ELEZIONI PRESIDENZIALI, CHE FINE HA FATTO IL POPOLO “SOVRANO”?

ELEZIONI PRESIDENZIALI, CHE FINE HA FATTO IL POPOLO “SOVRANO”?

di Mario Bozzi Sentieri Ad una settimana dalla convocazione, da parte del presidente della Camera, dei grandi elettori,  entra nel vivo la “corsa al Quirinale” e l’impressione più immediata è di trovarsi di fronte all’ennesimo “teatrino” di una politica ormai  svuotata di significati e di ragioni fondanti. A cominciare da quella “sovranità” che si vuole a base dei principi costituzionali della Repubblica italiana e che formalmente (art. 1) “appartiene al popolo, che la esercita  nelle forme e nei limiti della Costituzione”. “Democrazia parlamentare” ovvero “parlamentarismo dei partiti”, oggi l’Italia paga il venire meno dei meccanismi di “intermediazione” politica, costruiti a partire dal 1945....

Continua a leggere
2022 L’ANNIVERSARIO MAZZINIANO TRA NERO, ROSSO E TRICOLORE

2022 L’ANNIVERSARIO MAZZINIANO TRA NERO, ROSSO E TRICOLORE

Nel 2022 l’Istituto lancerà una serie di pubblicazioni ed iniziative dedicate a Mazzini, in occasione dei 150 anni dalla morte del patriota genovese. Questo spunto di Mario Bozzi Sentieri è il primo passo per stimolare il dibattito e il ricordo. Di Mario Bozzi Sentieri Viviamo di anniversari. Archiviato, con il 2021, l’anno dantesco, ecco arrivare – tra i tanti anniversari che il 2022 viene a proporci – il centocinquantesimo (10 marzo 1872) dalla scomparsa di Giuseppe Mazzini. Fuori di retorica, per uno dei padri della Patria e del repubblicanesimo, Mazzini non è oggettivamente una figura facile. Non a caso è...

Continua a leggere
FUTURISMO SOCIALE E DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA CONTRO LA LEGGE FERREA DELL’OLIGARCHIA FINANZIARIA

FUTURISMO SOCIALE E DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA CONTRO LA LEGGE FERREA DELL’OLIGARCHIA FINANZIARIA

Articolo apparso su “La Voce del Patriota” DI Francesco Carlesi Mosca, Pareto e Michels furono tre grandi pensatori del primo ‘900 che studiarono l’influenza delle oligarchie dietro i processi democratici. Michels parlò di «legge ferrea dell’oligarchia» secondo la quale interessi privatistici di gruppi organizzati e “nascosti” si sarebbero sempre affermati in ogni partito e sistema politico. Sono concetti che non hanno perso validità, anzi sembrano descrivere la stringente attualità della crisi della politica e della società. La democrazia liberale e rappresentativa negli ultimi anni ha acuito queste tendenze negative: l’individualismo e il mercatismo hanno ridotto il rapporto tra autorità e...

Continua a leggere
CRISI INDUSTRIALI E DELOCALIZZAZIONI, IL RUOLO DELLE ISTITUZIONI

CRISI INDUSTRIALI E DELOCALIZZAZIONI, IL RUOLO DELLE ISTITUZIONI

di Francesco Guarente Da qualche giorno circola in rete un manifestino, una sorta di locandina, a firma del Partito Democratico in cui si chiede a gran voce una legge contro le delocalizzazioni. Al netto del meme in cui si trasforma la propaganda PD in merito a questioni legate al lavoro, la faccenda è purtroppo seria. Oltre il sorriso che può strappare l’idea del simbolo del partito del Nazareno, il problema delle delocalizzazioni è estremamente attuale ed importante per il futuro produttivo e lavorativo del nostro Paese. I casi in Italia sono tantissimi, gli ultimi che hanno ottenuto risalto, grazie alle...

Continua a leggere
DOPO LO SCIOPERO GENERALE E’ TEMPO DI UN SINDACALISMO PARTECIPATIVO

DOPO LO SCIOPERO GENERALE E’ TEMPO DI UN SINDACALISMO PARTECIPATIVO

di Mario Bozzi Sentieri Al di là dell’immancabile “balletto” delle cifre sull’adesione allo sciopero generale indetto da Cgil e Uil (dal 60 all’ 80 per cento, a seconda dei diversi comparti, a leggere le fonti sindacali; “ben sotto il 5%” secondo le stime diffuse dalla Confindustria) il vero tema all’ordine del giorno delle forze sociali e produttive del Paese è quale debba essere il ruolo dei sindacati in un momento cruciale per le sorti nazionali. Lo sciopero generale ha mostrato la debolezza di un sindacalismo meramente “di protesta”, laddove oggi appare cruciale individuare organici percorsi partecipativi in grado di realizzare,...

Continua a leggere
6. I libri dell’Istituto/ LE RADICI NASCOSTE DELLA COSTITUZIONE

6. I libri dell’Istituto/ LE RADICI NASCOSTE DELLA COSTITUZIONE

G. Passera, F. Carlesi, “LE RADICI NASCOSTE DELLA COSTITUZIONE. LA TERZA VIA, IL CORPORATIVISMO E LA CARTA DEL ’48”, Eclettica, 2021 La Costituzione italiana è stata spesso al centro di aspri dibattiti, ancor più oggi nell’epoca dell’emergenza pandemica. Molti l’hanno costantemente dipinta come la «più bella del mondo», per l’ampio spazio dato ai diritti politici e civili, altri l’hanno messa sul banco degli imputati considerandola obsoleta e incapace di garantire continuità politica e poteri adeguati ai governi. Eppure la parte più significativa risiede negli articoli che trattano di materie economiche: programmazione, ruolo economico dello Stato, riconoscimento giuridico dei sindacati, collaborazione...

Continua a leggere
5. I libri dell’Istituto/ TRADIZIONE ECOLOGICA

5. I libri dell’Istituto/ TRADIZIONE ECOLOGICA

S. Righini, G.P. Joime, “TRADIZIONE ECOLOGICA. L’AGROALIMENTARE ITALIANO E LA SFIDA DELLA SOSTENIBILITA'”, Eclettica, 2021 Finalmente un libro che parla della nascita della nostra civiltà, perché proprio la nostra civiltà nasce con la cerealicultura. Finalmente un libro che racconta l’agricoltura attraverso  i suoi protagonisti, nomi e cognomi per lo più sconosciuti ai non addetti ai lavori, come Strampelli, Bassi, Gibertini o Draghetti. Finalmente un libro futurista che traccia la via dell’agricoltura di domani. Un’agricoltura che sappia coniugare tradizione e modernità e che alla sostenibilità economica ed ambientale affianchi la sostenibilità sociale. Un’agricoltura che torni perno dell’agroalimentare e non resti relegata...

Continua a leggere
4. I libri dell’Istituto/ DESTINO NAZIONALE VS VINCOLO EUROPEO

4. I libri dell’Istituto/ DESTINO NAZIONALE VS VINCOLO EUROPEO

“DESTINO NAZIONALE VS VINCOLO EUROPEO. NEXTGENERATION EU, RIFLESSIONI CRITICHE”, Eclettica, 2021. «L’economia non è il nostro destino. Non esiste un sistema di leggi economiche autonome». Potrebbe sembrare strano cominciare una trattazione sull’Europa e sul Recovery Fund, quindi dedicata in primis all’economia, con queste parole del grande sociologo Werner Sombart, eppure non lo è. Dietro le percentuali, i numeri e le trattative che hanno caratterizzato e animato le burocrazie europee in questi tempi difficili si è nascosta una verità tanto lapalissiana quanto sempre meno compresa dagli europei: non esiste una “buona” economia senza spirito vitale, senza volontà di potenza, senza sentimenti...

Continua a leggere
3. I libri dell’Istituto/ BORGO ITALIA

3. I libri dell’Istituto/ BORGO ITALIA

“BORGO ITALIA. IDENTITA’, DEMOGRAFIA, INNOVAZIONE, PER LA RINASCITA DELLE PICCOLE PATRIE”, cura di Clemente Ultimo, Eclettica, 2021. Una parte di Italia che, silenziosamente, scompare. Per la mancanza di servizi, per la fragilità del territorio, per la scomparsa delle comunità che la abitano. È questa la sorte che negli sta interessando le aree interne della Penisola, territori esclusi dalle grandi direttive di sviluppo del Paese, sebbene ricchi di storia e tradizioni. Ma questo declino è davvero inevitabile? È questo l’interrogativo cui si tenta di rispondere, non solo individuando le criticità che caratterizzano oggi le aree interne italiane, bensì provando a portare...

Continua a leggere
2. I libri dell’Istituto/ L’ITALIA DEL FUTURO

2. I libri dell’Istituto/ L’ITALIA DEL FUTURO

L’TALIA DEL FUTURO. ECONOMIA, LAVORO, CULTURA, GEOPOLITICA E INNOVAZIONE, a cura di Francesco Carlesi, Eclettica, 2020, pp. La crisi della nostra Nazione non è solo sanitaria, nonostante l’enorme dramma rappresentato dalla pandemia. Il drammatico crollo del Pil, il fallimento di molte aziende (facile preda di criminalità organizzata o investitori cinesi) e l’emorragia senza precedenti di posti di lavoro sembrano aprire ferite insanabili nel corpo della penisola. E non ci si ferma qui: la demografia ci condanna ogni anno di più a una rapida scomparsa, favorita dalla “fuga dei cervelli”, dallo spopolamento dei borghi e da decenni di martellante “pensiero unico”...

Continua a leggere