QUANTO COSTA LA “PRECARIETA’” ETICA ?

QUANTO COSTA LA “PRECARIETA’” ETICA ?

di Mario Bozzi Sentieri La precarietà ha tante facce. Emersa in un primo tempo soprattutto nel mondo del lavoro, essa si è poi diffusa sempre più nell’intero sistema sociale, fino a diventarne una caratteristica strutturale. Secondo il  gruppo di ricerca internazionale sulla Precarietà e l’Incertezza Sociale, promotore,  in collaborazione con l’ EURISPES, della  Conferenza Internazionale sul tema “La Routinizzazione della modalità di crisi nelle nostre società. Nuovi Elementi di una Nuova Precarietà strutturale e diffusa” i processi di precarizzazione toccano infatti  le condizioni del lavoro; i nuovi meccanismi di funzionamento dell’economia e gli effetti negativi dell’economia del debito; i limiti...

Continua a leggere
La sfida produttiva. MACRO AREE E NUOVI “TRIANGOLI INDUSTRIALI”

La sfida produttiva. MACRO AREE E NUOVI “TRIANGOLI INDUSTRIALI”

Di Mario Bozzi Sentieri In un recente incontro, tenutosi in occasione del Festival della Comunicazione di Camogli (Ge), presente il sindaco di Milano, Giuseppe Sala,  Marco Bucci, sindaco di Genova, ha posto, su nuove basi, l’idea del Triangolo Industriale, storica connessione tra Piemonte, Lombardia e Liguria. Fu  in quest’area che, tra ‘800 e ‘900, si attivò l’industrializzazione nazionale, favorita da Credito Italiano e Banca Commerciale Italiana e realizzata dalla concentrazione verticale delle fasi produttive della grande industria e dalla concentrazione territoriale. Qui, nel dopoguerra, nacque il “miracolo economico”, sostenuto dall’industria siderurgica e metalmeccanica. Parliamo di un’altra epoca e di assetti...

Continua a leggere
NASCE L’ARCHIVIO STORICO DELL’ECOLOGIA NAZIONALE. UN PROGETTO ECLETTICA EDIZIONI E ISTITUTO “STATO E PARTECIPAZIONE”

NASCE L’ARCHIVIO STORICO DELL’ECOLOGIA NAZIONALE. UN PROGETTO ECLETTICA EDIZIONI E ISTITUTO “STATO E PARTECIPAZIONE”

Articolo apparso sul “Secolo d’Italia” a firma Mario De Rogatis La storia dell’ambientalismo di destra – attraverso i suoi documenti, i suoi manifesti, i suoi giornali – trova una casa presso Eclettica Edizioni. Insieme all’Istituto “Stato e Partecipazione”, infatti, la casa editrice ha realizzato un “Archivio storico dell’Ecologia nazionale” che raccoglie materiale arrivato dagli archivi privati per metterlo a disposizione di ricercatori e centri studi e di quanti in via più ampia volessero approfondire l’argomento. Consultabile per il momento in presenza e contattando la casa editrice, l’archivio, nato da un’idea del direttore di Eclettica, Alessandro Amorese, sarà presto digitalizzato, in...

Continua a leggere
«Per rilanciare la Nazione dovremmo ripartire dall’esempio degli uomini dell’Italia del miracolo». L’ultimo libro dell’Istituto “Stato e Partecipazione” nell’intervista a Francesco Carlesi

«Per rilanciare la Nazione dovremmo ripartire dall’esempio degli uomini dell’Italia del miracolo». L’ultimo libro dell’Istituto “Stato e Partecipazione” nell’intervista a Francesco Carlesi

Intervista a cura di Cecilia Carapellese apparsa su “La Voce del Patriota” (8/9/2023) Francesco Carlesi viene intervistato da La Voce del Patriota e ci racconta del suo ultimo volume da lui curato “L’Italia del miracolo” (Eclettica, Massa 2023). Francesco Carlesi, nato a Roma nel 1985, è Presidente dell’Istituto «Stato e Partecipazione», direttore editoriale della rivista “Partecipazione” e docente di Storia Contemporanea e Storia delle Relazioni Internazionali presso UniDolomiti e SSML “San Domenico”. Cultore della materia in Storia Contemporanea e dottore di ricerca in Studi Politici (La Sapienza). Ha scritto per le riviste scientifiche “Nuova Rivista Storica”, “Rivista della Cooperazione Giuridica...

Continua a leggere
Necessaria una programmazione scolastica adeguata. AAA LAVORATORI CERCASI

Necessaria una programmazione scolastica adeguata. AAA LAVORATORI CERCASI

di Mario Bozzi Sentieri La sfida occupazionale deve fare i conti – in questi anni di trasformazioni tecnologiche – con la difficoltà a trovare figure lavorative in grado di coprire le richieste delle aziende. I numeri parlano chiaro. Mentre le assunzioni programmate per settembre 2023 sono 531 mila (l’1,3% in più rispetto all’anno scorso) i casi in cui non si trovano candidati adatti sono saliti in un anno di cinque punti percentuali fino al 48%. E per molte figure tecnico-ingegneristiche e di operai specializzati le assunzioni scoperte toccano punti del 60-70%. Il problema più frequente per le imprese è proprio...

Continua a leggere
UN’ECONOMIA SOCIALE  PER GOVERNARE IL CAMBIAMENTO. L’UGL ALLA SFIDA DEL FUTURO

UN’ECONOMIA SOCIALE PER GOVERNARE IL CAMBIAMENTO. L’UGL ALLA SFIDA DEL FUTURO

di Francesco Carlesi Tanti grandi pensatori del passato hanno ammonito che «non è un buon economista chi è solo economista», intendendo con questa frase che l’economia può essere compresa solo con uno sforzo profondo e multidisciplinare. Molto spesso ci si abbandona a visioni “naturalistiche” dei processi economici che portano a vedere come inevitabili alcuni provvedimenti in direzione di austerità e dominio dei mercati finanziari, dimenticando che nessuna decisione è “neutra” e che siamo sempre di fronte a qualcosa creato e “direzionato” dagli uomini in base a precisi valori di riferimento. Dimenticando che siamo di fronte a una scienza sociale che...

Continua a leggere
I percorsi della “destra sociale”. OLTRE LO STATALISMO C’E’ DI PIU’

I percorsi della “destra sociale”. OLTRE LO STATALISMO C’E’ DI PIU’

di Mario Bozzi sentieri E’ la destra sociale che spiazza l’opposizione: parola di Luca Ricolfi, che con un sintetico, quanto efficace articolo, pubblicato da “Il Messaggero”,  invita a non ripetere gli errori di classificazione nei confronti dell’attuale coalizione di governo “e del partito di Giorgia Meloni in particolare”, errori  che hanno portato alla sconfitta elettorale della sinistra e continuano a renderne evidenti le debolezze strategiche. Nella misura in cui – nota Ricolfi, che si richiama alla classica definizione  elaborata da Anthony Downs (Teoria economica della democrazia, 1957) – il criterio fondamentale per collocare i partiti lungo l’asse destra-sinistra è la...

Continua a leggere
Sul fronte dell’Agricoltura. La guerra dei “pomodori” (e non solo)

Sul fronte dell’Agricoltura. La guerra dei “pomodori” (e non solo)

Di Mario Bozzi Sentieri L’allarme viene dalla Coldiretti, la principale associazione di rappresentanza e assistenza dell’agricoltura nazionale: a causa del caldo estremo nelle nostre campagne siamo all’emergenza produttiva, con vistosi crolli nella produzione di frutta, verdura, latte e miele.     Fino a questo momento, l’effetto combinato delle alluvioni e del caldo estremo ha ridotto del 70% la produzione di miele, del 60% quella di ciliegie, del 10% quella di grano e del 10% la produzione di latte. Ma gli effetti potrebbero essere anche peggiori verso la fine dell’estate, dato che il caldo anomalo sta ostacolando anche le operazioni agronomiche e di raccolta, sospese...

Continua a leggere
EUROPA ACCELERAZIONE POTENZA, UN DIBATTITO PER IL FUTURO

EUROPA ACCELERAZIONE POTENZA, UN DIBATTITO PER IL FUTURO

di Mario Bozzi Sentieri Dove va l’Europa? E dove dovrebbe andare? Dopo decenni di dibattiti, anche serrati, sul destino e gli assetti del “vecchio continente”, formalmente avviato sulla via dell’integrazione, il confronto europeista oggi sembra languire. Tutto appare scontato, sia che ci si muova nell’alveo delle norme finalizzate a definire/imbrigliare i destini europei, sia che le si contesti alla radice, evocando possibili fuoriuscite dall’Unione continentale. In realtà, in un campo come nell’altro, pare mancare una riflessione matura sui destini europei, in ragione dei recenti cambiamenti degli scenari economici e sociali e delle conseguenti risposte adeguate ad affrontarli. Su questo piano,...

Continua a leggere
Trent’anni dopo. LA CONCERTAZIONE? RIPENSIAMOLA “PARTECIPATIVA”

Trent’anni dopo. LA CONCERTAZIONE? RIPENSIAMOLA “PARTECIPATIVA”

Di Mario Bozzi Sentieri La tecnica è sempre la stessa: attribuire all’avversario “di destra” idee ed indirizzi programmatici che non gli appartengono. Ora tocca alla concertazione. Perentorio quanto scrive Roberto Mania, sulla newsletter de “il Mulino” (“La concertazione non è cosa di destra”, n. 37, 24 luglio 2023) un tempo paludata rivista riformista: “Il governo Meloni ha avviato diversi tavoli di confronto, in particolare con i sindacati (sulla delega fiscale, sugli aggiustamenti previdenziali, sul mercato del lavoro), ma nessuno approderà ad uno scambio politico. Perché finirebbe per attribuire agli attori sociali un ruolo nel processo decisionale. Questo non fa parte...

Continua a leggere